Nuovi Enti e funzionalità in arrivo su IO. Il punto sull’app dei servizi pubblici

IO, l’app dei servizi pubblici, sviluppata dal Team per Trasformazione Digitale e ora progetto in carico alla società pubblica PagoPA sarà negli store nella primavera del prossimo anno. “Alcune interessanti novità legate alla strategia nazionale di digitalizzazione dei servizi pubblici ci portano a posticipare questo traguardo alla primavera del 2020 – ha spiegato il team di IO – questo tempo serve a rendere l’app IO ancora più solida e “a misura di cittadino”, mentre si aggiungono nuove importanti funzionalità che vi racconteremo nei prossimi mesi”. E con la necessità di offrire “agli Enti, soprattutto quelli centrali, un po’ di tempo in più per salire a bordo del progetto, così da essere pronti per offrire ai cittadini un numero significativo di servizi quando IO sarà disponibile online per tutti”.

LEGGI ANCHE: La PA in un’app, il Team Digitale lancia i test sul campo di IO

Come funziona il processo per segnalare bug, inviare feedback e comunicare con il team di sviluppo di IO nella fase di closed beta – credits https://medium.com/team-per-la-trasformazione-digitale

Test di usabilità a Milano

In un’ottica di sviluppo “aperto e collaborativo”, dove gli utenti “sono parte attiva del processo di innovazione dei servizi pubblici la scorsa settimana”, ha spiegato sempre il Team, “si sono svolti a Milano i test di usabilità delle ultime funzionalità integrate sull’app IO. Protagonista un campione ristretto di beta-tester “che abbiamo incontrato in sessioni individuali e che ci ha fornito feedback qualitativi su alcune novità provate di persona in anteprima: un nuovo flusso di pagamento, autenticazione con Carta d’Identità Elettronica, la modifica di alcune impostazioni nel profilo e la sezione servizi rinnovata. I risultati completi dei test saranno disponibili e resi pubblici nelle prossime settimane”.

In arrivo Trento e Venezia

Il Team ha fatto anche il punto sui nuovi Enti che hanno scelto IO. “La città di Venezia, insieme a Trento e provincia saranno i prossimi territori ad arrivare su IO con l’inizio dell’anno nuovo e siamo già al lavoro per integrare sull’app i servizi di decine di altri Enti”. Di recente, il Comune di Valsamoggia ha annunciato “la propria adesione a IO invitando gli oltre 30 mila cittadini a partecipare alla fase di closed-beta. Primo ente in Emilia-Romagna ad avviare la sperimentazione dell’app, Valsamoggia è anche tra i primi Comuni a portare su IO i servizi scolastici (e non solo): da gennaio 2020, i genitori che stanno testando l’app potranno gestire il pagamento delle rette relative ai nidi d’infanzia, al trasporto scolastico e al prolungamento d’orario, oltre a ricevere avvisi e informazioni sui bandi per l’iscrizione ai servizi”.

Source: marketing

× How can I help you?